Consigli ecologici per la casa e il tempo libero

Scritto da Serena Puosi

Categorie: Cose belle

Condividi su:

Il post dei consigli ecologici con 10 prodotti alternativi per la cura della persona vi è piaciuto molto, così ho pensato di andare avanti con questo tema e proporvi un’altra lista, stavolta con 10 consigli ecologici per la casa e il tempo libero.

Anche in casa possiamo sforzarci di diminuire il nostro impatto sulla Terra cercando di sostituire quei prodotti inquinanti che siamo abituati a comprare e facendoci venire delle idee alternative. Se non sapete da cosa cominciare, eccomi con una lista di prodotti amici dell’ambiente che potete acquistare per voi oppure per fare un regalo ai vostri amici.

Consigli ecologici per la casa e il tempo libero

1. Cannucce di bambù

Sapevate che la plastica delle cannucce usa e getta non può essere riciclata ma va a finire nei rifiuti urbani residui? Proprio per diminuire la quantità di plastica che utilizziamo ogni giorno e che va a costituire la maggior parte dei rifiuti marini, il Parlamento europeo ha legiferato su questa materia, vietando prodotti in plastica monouso come piatti, posate, cotton fioc e altro. Anche le cannucce sono entrate nel mirino del provvedimento, rendendo necessario il commercio di prodotti alternativi e riciclabili o riutilizzabili (evviva!).

Esistono diversi tipi di cannucce meno inquinati, come ad esempio quelle in carta decorata e quelle in paglia naturale, ma la mia scelta è ricaduta su quelle di bambù, atossico, leggero, bello da vedere. Completamente biodegradabili e compostabili, le cannucce in bambù possono essere riutilizzate per mesi e sono semplici da pulire con lo scovolino in dotazione nella scatola.

Acquista online → Cannucce di bambù

cannucce ecologiche

2. Tappetini per il forno in silicone

I tappetini da forno in silicone sono una valida alternativa alla carta da forno. Il materiale non aderente permette una cottura al forno semplice e pratica, senza olio, spray di cottura o carta appunto. Resistono in forno fino a temperature di 250 °C, si posizionano direttamente su una teglia col cibo a contatto e si puliscono con del sapone per i piatti e una spugna.

Devo la loro scoperta a un gradito regalo della mia amica Silvia, che conosce il mio spirito ecologico e la mia poca dimestichezza in cucina 🙂

Acquista online → Tappetini per il forno in silicone

tappetini per il forno in silicone

3. Buste di stoffa o riutilizzabili per la spesa

I primi tempi è stato difficile, poi diventa un’abitudine: andare a fare la spesa con delle buste riutilizzabili fa sì che possiate rinunciare alle buste della spesa che si trovano alla cassa, rendendo anche la spesa un momento più green. Noi ne abbiamo di ogni colore e foggia, grandezza e materiale. Le mie preferite sono quelle di cotone bucherellate oppure quelle che diventano delle palline se arrotolate, pratiche da tenere sempre con sé.

Acquista online → Buste di cotone bucherellato
Acquista online → Buste colorate richiudibili

buste per la spesa

4. Stoviglie, posate e bicchieri ecologici

Anche tutto ciò che attiene al momento del pasto ha un’alternativa ecologica. Sono anni che non acquisto piatti e bicchieri di plastica usa e getta per le feste in favore di quelli in materiali biodegradabili, mentre in casa non se ne parla proprio, anche per cene numerose utilizziamo sempre il servito di porcellana (Ikea eh, non Ginori!).

Le soluzioni sono la foglia di palma, il legno, la polpa di cellulosa o la bioplastica. La bioplastica PLA è un tipo di plastica completamente biodegradabile che deriva da materie prime vegetali rinnovabili come l’amido di mais.

Per quanto riguarda le posate, i materiali possono essere legno e bioplastica, compostabili e di grande qualità. Da viaggio, invece, vi segnalo un prodotto utile e divertente, lo “Spork” (cucchiaio forchetta) con apribottiglie.

Un’altra accortezza in tavola è utilizzare un tovagliolo di stoffa al posto di scottex o tovaglioli di carta, oppure scegliere quelli in materiale riciclato.

Acquista online → Piatti ecologici
Acquista online → Posate di bambù
Acquista online → Bicchieri ecologici
Acquista online → Tovaglioli

5. Borraccia

Una delle più grandi sfide degli ultimi anni è abituare le persone a bere dalla borraccia, diminuendo drasticamente l’acquisto di bottigliette di plastica usa e getta. Il grande dilemma è: che tipo di borraccia scegliere? Il tema ecologico è sempre più diffuso e così l’uso di borracce, motivo per cui in commercio se ne trovano di tantissimi tipi e materiali diversi. Ne esistono di vetro, di plastica, di alluminio, di acciaio… quale scegliere?

Le caratteristiche che valutiamo per l’acquisto sono anche: affidabilità, praticità, comodità, resistenza, facilità di apertura, isolamento termico, ermeticità, diametro del collo e se la stiamo acquistando per bevande calde o fredde. La mia scelta è ricaduta sull’acciaio inossidabile meno soggette alla proliferazione di muffe e batteri a patto che siano adeguatamente lavate.

Acquista online → Borraccia

borraccia

6. Pellicola riutilizzabile

Un’alternativa alle pellicole usa e getta? Le pellicole adatte ad uso alimentare realizzate con cera d’api biologica! Tra gli altri ingredienti utilizzati per produrle, tutte 100% naturali, troviamo olio di jojoba, 100% cotone e resina. Non ci sono quindi sostanze chimiche tossiche e nocive presenti in altri involucri alimentari, e sono quindi anche più sostenibili. Queste pellicole sono versatili perché permettono di avvolgere cibo oppure un panino da consumare fuori casa o ancora per coprire piatti e ciotole con avanzi. Possono andare anche nel congelatore.

Acquista online → pellicola riutilizzabile 

7. Prodotti sfusi

Comprare sfuso riduce costi e inquinamento… ma quanta fatica! Lo so, il primo pensiero che si fa è questo, l’idea di portarsi dietro flaconi vuoti e riempirli alla spina non è ancora nelle nostre abitudini. La buona notizia è che, piano piano, sempre più negozi stanno introducendo lo sfuso di molti prodotti, da quelli per la pulizia ai cereali, dal vino alla pasta fino ai prodotti per il corpo.

Se entrare in questa filosofia vi sembra faticoso provate a guardarla così: acquistando alla spina si prende la quantità giusta di prodotto che ci serve, senza sprechi. Inoltre, non avendo costi di marketing, distribuzione e imballaggio, costano meno.

Acquista online → Contenitori per alimenti

prodotti sfusi

8. Pulizie ecologiche

Si pensa che per pulire la casa servano decine di prodotti e, come è risaputo, sono tutti in confezioni di plastica. Già è un passo avanti acquistare solo la ricarica del prodotto in questione, tenendo lo spruzzino e riusandolo, ma si può fare ancora di più. Devo ammetterlo, non sono un’esperta di pulizie green, ma ho iniziato da qualche anno a utilizzare più spesso il bicarbonato, l’acido citrico e il percarbonato di sodio.

Il bicarbonato igienizza, sgrassa e fa da deodorante. L’acido citrico può essere utilizzato in casa come anticalcare, ammorbidente, disincrostante e brillantante. Il percarbonato di sodio è eccellente per sbiancare gli abiti, rimuovere macchie dai tessuti, pulire le fughe delle piastrelle, lavare i pavimenti e igienizzare. Per l’utilizzo vi invito a cercare online, per esempio trovo molto utili le guide di Baby Green per le pulizie ecologiche.

Acquista online → Bicarbonato
Acquista online → Acido citrico
Acquista online → Percarbonato di sodio

9. Matita piantabile

Scommetto che questa non la conoscevate! Esistono delle matite, le Sprout Pencils, che una volta che sono state utilizzate abbastanza da non essere più appuntate agilmente si trasformano in un “oggetto” da piantare. Su ogni matita c’è scritto che seme contiene e che pianta diventerà: timo, salvia, girasoli, margherite… bella idea, vero?

Si legge: “Ogni matita Sprout possiede una capsula biodegradabile che contiene una variante di semi comuni. Una volta che la matita diventa troppo corta per essere utilizzata, capovolgila e pianta la parte finale dello stelo. Innaffia con regolarità ed osserva come, davanti ai tuoi occhi, magicamente, la matita si trasforma in una pianta.”

Acquista online → Matita piantabile

10. Giochi in legno

Eccoci in fondo a questa lista e non potevo non dedicare un punto ai bambini. Nello specifico, vorrei promuovere l’acquisto di giochi di legno al posto dei tanti “plasticosi” e rumorosi in commercio. Adoro i giochi di legno: sono vivi, resistenti, ecologici, duraturi, belli. Trovo che sia un grande gesto regalare a un bambino giochi in legno, è come una palestra per la sua fantasia perché può farne ciò che vuole.

Ci sono tanti vantaggi nella scelta di giochi di legno: sono sempre attuali anche se hanno quell’aspetto vintage, sono durevoli e versatili e accompagnano la crescita del bambino, stimolano la creatività e sviluppano le abilità. Quello che mi piace del legno, inoltre, è che stimolano tante parti del cervello, dal problem solving alla motricità fino alla coordinazione… e poi che belli che sono al tatto! Vi metto qui sotto una selezione di quello che abbiamo in casa e che ci piace:

Acquista online:

giochi di legno

Spero che questo post vi abbia dato degli spunti interessanti in aggiunta a quello sulla cura della persona e che vi abbia ispirato con scelte consapevoli da fare nella quotidianità.
Se avete altri consigli ecologici per la casa e il tempo libero o se mi volete dire che un suggerimento vi è stato utile vi aspetto nei commenti!

Disclaimer

All’interno del post trovate link a Amazon per l’acquisto dei prodotti. Significa che se cliccate sul link e acquistate qualcosa, io ricevo una piccola percentuale sull’acquisto anche se voi non avrete nessun costo aggiuntivo. Utilizzando questi link aiuterete a supportare il mio blog e tutto il lavoro di cui usufruite gratuitamente. Grazie!

Lascia il primo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Scorri tra altri articoli selezionati attentamente per offrirti una visione più ampia e approfondita su argomenti correlati, arricchendo così la tua esperienza di lettura.