Città del Vaticano: cosa vedere assolutamente nello Stato più piccolo del mondo

Scritto da Serena Puosi

Categorie: Italia

Condividi su:

Con i suoi 0,44 km² di superficie, la Città del Vaticano, o ufficialmente Stato della Città del Vaticano, è il più piccolo Stato sovrano del mondo ma questo non significa che manchino le cose da vedere, anzi! Seppur molto raccolto, trovandosi come enclave all’interno di Roma, vanta un numero di turisti incredibilmente alto per le sue dimensioni.

Proprio questa grande affluenza, dovuta sia al fatto che il Vaticano sia un luogo di pellegrinaggio in quanto Sede della Chiesa Cattolica Romana e dimora del Papa sia alla presenza sul suo territorio di bellezze conosciute a livello mondiale, fanno sì che la visita debba essere pianificata con cura per non perdere tempo prezioso e godere appieno di ogni opportunità.

Il Vaticano, infatti, ospita alcune tra le più belle opere d’arte di tutti i tempi sia per quanto riguarda l’architettura che la pittura e la scultura. È quindi una meta ambita per tutti gli appassionati di storia dell’arte e per chiunque voglia immergersi nella storia e nella bellezza.

Probabilmente un solo giorno non vi basterà per visitare tutto quello che la Città del Papa ha da offrire, ma con questo post il mio intento è consigliarvi cosa vedere in Vaticano organizzando al meglio la vostra visita.

Visita guidata del Vaticano

Se il vostro intento è visitare il Vaticano con una visita guidata, questo tour è uno dei migliori a cui potete prendere parte se l’idea è quella di includere:

  • i Musei Vaticani
  • la Cappella Sistina
  • la Basilica di San Pietro

Vi consiglio di dare un’occhiata alla proposta e prenotare il prima possibile per questo tour guidato. La visita può essere annullata fino a 24 ore prima dell’attività. I minori di 6 anni non pagano.

Città del Vaticano: cosa vedere

Piazza San Pietro

Piazza San Pietro può essere considerata il cuore della Città del Vaticano grazie alla sua imponenza e la sua grande superficie. Sulla piazza si affaccia la Basilica di San Pietro con la sua inconfondibile cupola che domina il territorio.

Questo è uno di quei luoghi che tutti dovrebbero visitare almeno una volta nella vita e la sensazione la prima volta che ci si capita è che si conosca già, tante sono le volte che la abbiamo vista in televisione e in foto.

I principali accessi a Piazza San Pietro sono da via di Porta Angelica o da via della Conciliazione, su cui si trova il confine di Stato tra l’Italia e la Città del Vaticano.

La piazza, esempio di architettura e urbanistica barocca, è dedicata a San Pietro ed è il punto d’incontro per migliaia di fedeli cattolici provenienti da tutto il mondo specialmente per l’Angelus del Papa.

La piazza progettata da Gian Lorenzo Bernini può essere suddivisa in due parti per una superficie totale di oltre 47.000 mq. Caratteristiche della piazza sono l’obelisco egiziano al centro e le inconfondibili colonne e pilastri che sorreggono un architrave continua, coronata da 96 statue in marmo. Camminare tra queste architetture crea incredibili prospettive.

Piazza San Pietro
Photo by Aliona & Pasha

Basilica di San Pietro

Cosa sarebbe la Città del Vaticano senza la Basilica di San Pietro? Ci troviamo nel cuore religioso del cattolicesimo, di fronte a una della chiese più conosciute al mondo, un luogo sacro dalla bellezza struggente e dall’incommensurabile valore artistico.

La basilica di San Pietro è uno dei più grandi edifici del mondo nonché uno dei santuari cattolici più sacri. Lunga ben 218 metri e alta fino alla cupola 132,30 metri, ha una superficie totale è di circa 23 000 metri quadrati.

Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, la Basilica di San Pietro è una basilica in stile rinascimentale. Nel 1626 fu consacrata a Roma dopo 120 anni di costruzione sul sito di un’antica chiesa del IV secolo fatta costruire dall’imperatore romano Costantino I.

Basilica di San Pietro
Foto di Fabio Fistarol su Unsplash

Il suo sfarzoso interno ospita una miriade di opere d’arte spettacolari, tra cui:

  • la Pietà di Michelangelo,
  • le Grotte Vaticane
  • la Tomba di San Pietro
  • Il Baldacchino di San Pietro del Bernini
  • La Cattedra di San Pietro, una grandiosa composizione barocca progettata da Gian Lorenzo Bernini

Un’idea che vi consiglio di valutare per apprezzare al meglio le preziose bellezze custodite all’interno della chiesa è di partecipare a una visita guidata della Basilica di San Pietro: accompagnati da una guida esperta, avrete la possibilità di conoscere da vicino le opere d’arte più interessanti e saltare la coda d’ingresso.

Nonostante l’ingresso alla Basilica di San Pietro sia gratuito, infatti, le code per entrare sono sempre molto lunghe a meno che non arriviate presto la mattina.

Questa visita guidata include anche l’accesso alla Cupola, da cui si apprezza l’incantevole panorama a 360 gradi della capitale.

La Cupola di San Pietro

La Cupola, appunto, meglio conosciuta a Roma come “Er Cupolone“, è una delle più grandi al mondo e salire sulla sua sommità permette di ammirare la Città Eterna da una prospettiva decisamente privilegiata.

La gigantesca cupola di San Pietro misura 42 metri di diametro e venne progettata da Michelangelo, che però non riuscì a vederla terminata a causa della sua morte. Venne quindi costruita da Giacomo della Porta.

Questa mirabile opera di ingegneria ha avuto bisogno del lavoro di 800 uomini. Fu terminata nel 1593 e ancora oggi è uno dei simboli indiscussi di Roma, visibile da molti punti della città.

Per salire sulla sommità vi consiglio lo stesso tour che include la visita della Basilica di San Pietro.

Per visitare la Cupola ci si reca tramite ascensore al livello del terrazzo della Basilica. La salita alla Cupola è a piedi e non è assistita da ascensore.

Se non acquistate la visita guidata proposta, la visita senza guide va dal lunedì alla domenica dalle ore 7:30 fino alle 18:00 con questi prezzi:

  • biglietto intero con salita in ascensore fino al terrazzo poi 320 scalini al costo di 10€;
  • biglietto intero con salita a piedi di 551 scalini al costo di 8€;
  • biglietto ridotto con salita a piedi di 551 scalini al costo di 5€.
Cupola di San Pietro
Foto di Chris Czermak su Unsplash

I Musei Vaticani

Se amate l’arte e la storia, i Musei Vaticani sono un punto di interesse imperdibile e uno dei musei d’arte più visitati al mondo! Ospitano 54 gallerie che espongono antichità classiche e moderne oltre a opere d’arte religiosa. La durata della visita dipende dal vostro grado di approfondimento, io quando li ho visitati ho perso il conto delle ore!

Situati nei pressi della Basilica di San Pietro, sono ambienti suddivisi per cronologia. Le principali sale sono: la Pinacoteca, il Museo Chiaramonti, il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea.

La storia architettonica ha origini che risalgono al V secolo, mentre la realizzazione della Cappella Niccolina, degli Appartamenti Borgia e della Cappella Sistina risalgono al Risorgimento. A Papa Giulio II si deve la costruzione del primo nucleo della collezione dei Musei Vaticani, che furono aperti al pubblico nel 1771.

Musei Vaticani
Foto di Voicu Horațiu su Unsplash

All’interno troviamo capolavori di inestimabile valore sia per quanto riguarda la pittura che la scultura. Tra i miei preferiti:

  1. la Scuola di Atene di Raffaello Sanzio;
  2. la Galleria delle Carte Geografiche;
  3. la Deposizione di Caravaggio;
  4. il Gruppo del Lacoonte;
  5. il Polittico Stefaneschi di Giotto;
  6. la mastodontica Statua del Fiume Nilo;
  7. la sala degli animali;
  8. la Scala elicoidale di Momo;
  9. il Museo Gregoriano Egizio;
  10. e, dulcis in fundo, la Cappella Sistina <3

I biglietti possono essere acquistati sul sito ufficiale oppure potete considerare questo tour in inglese con primo accesso ai Musei Vaticani, alla Cappella Sistina e alla Basilica di San Pietro.

Questo tour include:

  • Guida in inglese
  • Biglietto con primo accesso ai Musei Vaticani alle 8 (inclusa la Cappella Sistina).
  • Accesso alla Basilica di San Pietro (salvo eventuali messe o eventi religiosi).
  • Auricolari per ascoltare meglio le spiegazioni della guida.

Poiché le file d’ingresso possono essere interminabili, vi consiglio di prendere in considerazione questa opzione.

La Cappella Sistina

A mio avviso, l’accesso alla Cappella Sistina da solo vale il biglietto dei Musei Vaticani! Quanto ho sognato di poter ammirare dal vivo questa meraviglia e che emozione quando finalmente ci sono riuscita!

Il Giudizio Universale di Michelangelo e tutti gli altri affreschi che la decorano lasciano a bocca aperta, quasi si stenta a credere che una tale meraviglia possa essere frutto della mano di esseri umani. Qui ha lavorato la crème de la crème degli artisti tra cui Sandro Botticelli, Pietro Perugino, il Pinturicchio e Domenico Ghirlandaio.

Fu costruita tra il 1475 e il 1481 circa, all’epoca di papa Sisto IV della Rovere, da cui prese il nome. È conosciuta in tutto il mondo sia per essere il luogo nel quale si tengono il conclave e altre cerimonie ufficiali del papa, sia per ospitare opere d’arte tra le più conosciute e celebrate al mondo.

Cappella Sistina - Giudizio Universale
Foto di Calvin Craig su Unsplash

Giardini Vaticani

I Giardini Vaticani sono un’altra bellezza di Città del Vaticano e occupano più di metà della superficie dell’intero Stato (circa 23 ettari).

I Giardini Vaticani sono composti da giardini in tre stili: italiano, inglese e francese, ciascuno con le sue rispettive caratteristiche. Il giardino in stile italiano è formale e geometrico, tipico del Rinascimento; quello francese si distingue per l’arte classica e barocca, statue e giochi d’acqua; il giardino inglese ha grandi caratteristiche geometriche con elementi naturali e artificiali come grotte, ruscelli, alberi, arbusti, pagode, pergole, templi e rovine.

Giardini Vaticani
Foto di Anton Volnuhin su Unsplash

I Giardini Vaticani possono essere visitati solo accompagnati dal personale interno dei Musei quindi è necessario prenotare una visita guidata o con una guida o a bordo di un bus scoperto e con il supporto di un’audioguida.

Questa opzione è molto interessante e include l’ingresso in autonomia ai Musei Vaticani e alla Cappella Sistina.

Cosa vedere gratis a Città del Vaticano?

In questo post vi ho elencato i migliori tour per visitare il Vaticano con guide esperte, ma per fortuna ci sono anche delle esperienze gratuite da fare!

In Vaticano, infatti, si può entrare gratis:

  • a Piazza San Pietro;
  • nella Basilica di San Pietro (considera una lunga coda per i controlli di sicurezza);
  • ogni ultima domenica del mese i Musei Vaticani sono gratuiti;
  • i free tour di Roma

Ecco l’elenco dei free tour di Roma con una guida che parla italiano:

I free tour non hanno un prezzo fisso, ma è il singolo partecipante che, alla fine dell’attività, paga l’importo che considera opportuno in base al proprio grado di soddisfazione. Si può prenotare e cancellare fino a 12 ore prima, se c’è disponibilità. Prenotate il prima possibile per garantirvi la disponibilità! Alla prenotazione non verrà addebitato nulla, ma se non cancellate per tempo la prenotazione e non partecipate al tour, vi verranno addebitate 5€ a persona.

Se non sapete da quale cominciare, io vi consiglio questo:

Una tessera per molte attrazioni: OMNIA Rome & Vatican Card

Come suggerimento finale, vi consiglio di prendere in considerazione la tessera OMNIA Rome & Vatican Card che include molte delle attrazioni del Vaticano, specialmente se avete idea di visitare molte cose a Roma.

Questa tessera, infatti, consente l’accesso prioritario nelle principali attrazioni di Roma e del Vaticano, tra cui il Colosseo, il Foro Romano, la Basilica di San Pietro o la Cappella Sistina. Include anche l’uso illimitato del trasporto pubblico con la Roma Pass.

La tessera OMNIA Rome & Vatican Card permette di entrare nelle seguenti attrazioni:

  • Musei Vaticani e Cappella Sistina
  • Basilica di San Pietro
  • Basilica di San Giovanni in Laterano
  • Carcere di San Pietro – Mamertino
  • Autobus turistico di Roma (biglietto di tre giorni)

Oltre che nei precedenti punti di interesse, potrete accedere gratuitamente anche in altre due attrazioni, a scelta fra le seguenti:

Colosseo, Foro Romano e Palatino (bisogna prenotare)

  • Musei Capitolini
  • Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo
  • Galleria Borghese
  • Esperienza del Circo Massimo
  • Terme di Caracalla
  • Museo Nazionale Romano
  • Pass Forum SUPER

Tuttavia, queste attrazioni richiedono una prenotazione anticipata. La tessera ha validità di 3 giorni ed è gratis per i minori di 6 anni.

Spero che questa guida vi sia stata utile! Buona visita della Città del Vaticano!

Inoltre, potrebbe interessarvi la lettura di questo post: A Roma per la prima volta? La top 10 delle cose da non perdere

[Foto di copertina: Caleb Miller su Unsplash]

Tag: Lazio - Roma

Lascia il primo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.