Francia

Normandia: 8 posti imperdibili da visitare

Una storia incredibilmente ricca, una posizione strategica e un territorio interessante sotto molti punti di vista hanno freso la Normandia un luogo cruciale da visitare in Francia. Organizzando il nostro viaggio in questa regione affacciata sulla Manica mi sono resa conto ben presto che i luoghi da visitare erano molti di più dei giorni che avevamo a disposizione. È stato necessario, quindi, fare una scelta, selezionando i luoghi imperdibili da visitare.

In questo post trovate gli 8 posti che vi consiglio assolutamente.

Come raggiungere la Normandia

La Normandia è una regione situata nel nord-ovest della Francia e molte delle sue località (come Giverny o Rouen) distano da Parigi solo un’ora in treno o in macchina, mentre le spiagge si raggiungono da Parigi in meno di due ore.

Qualunque sia il mezzo che avete deciso di utilizzare per raggiungere la Normandia, al suo interno potete spostarvi sia coi mezzi pubblici sia con la macchina. Noi abbiamo scelto la combinazione aereo fino a Parigi Beauvais e noleggio auto direttamente dall’aeroporto, cosa che ci ha permesso massima flessibilità di orari e di scelte delle cose da vedere.

8 posti imperdibili da visitare in Normandia

1. Mont Saint-Michel

Potevo forse non iniziare la lista con il posto più famoso della Normandia? Mont Saint-Michel è uno dei siti più visitati della Francia, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1979. Meta di pellegrinaggio fin dal Medioevo e definita la “Meraviglia dell’Occidente”, Mont Saint-Michel si erge su un isolotto roccioso, teatro delle più grandi maree dell’Europa continentale. Oltre a visitare il sito con le sue meraviglie architettoniche, infatti, qui è un incanto osservare il mare che si ritrae per poi circondare di nuovo l’isolotto a una velocità impressionante.

2. Giverny

Giverny è un altro luogo imperdibile quando si visita la Normandia e lo è particolarmente se si è amanti dell’arte. Qui, infatti, visse e dipinse una parte importante della sua produzione artistica il pittore impressionista Claude Monet. La visita al piccolo paese ben conservato di solito comincia proprio alla casa museo di Monet, dove è possibile visitare le stanze in cui ha passato più di 40 anni della sua vita e lo splendido giardino ricco di fiori e piante. Imperdibile la parte dello stagno delle ninfee e del ponte giapponese che ispirarono molte delle sue opere più famose. Un altro polo d’attrazione di Giverny è il Musée des Impressionnismes.

3. Rouen

Ci spostiamo adesso a Rouen, una vera e propria città museo dove ogni passo è un tuffo nella storia. Qui, tra case a graticcio e stradine acciottolate, si sono scritte pagine di storia, come ad esempio quella che ha visto il rogo di Giovanna d’Arco nel 1431 in Place du Vieux Marché. Rouen è anche soprannominata la “città dai 100 campanili”, di cui il più famoso è quello della Cattedrale di Notre-Dame, reso immortale da Monet grazie a una famosa serie di dipinti sul tema delle Cattedrali. Il Gros-Horloge è uno dei luoghi più famosi della città e si trova in una piacevole via del centro storico dove si trovano anche molti negozi e ristoranti.

4. Étretat

Situata sulla Costa d’Alabastro, Étretat è celebre per le sue maestose falesie, così caratteristiche che nei secoli hanno ispirato tanti pittori. Oltre a essere davvero imponenti, hanno la particolarità di regalare sempre nuove emozioni al cambiare delle ore del giorno e delle stagioni… sempre che non troviate un tempo infernale come noi! Devo ammettere, però, che anche con la pioggia avevano il suo perché. Noi abbiamo preso un trenino e ci siamo recati in alto per ammirare le falesie sferzate dal vento e dalle onde, ma devono essere altrettanto belle dalla spiaggia e dal mare. Il divertimento è trovare le forme a cui assomigliano le rocce bianche: secondo me tutti possiamo essere d’accordo con il vedere la proboscide di un elefante!

5. Honfleur

Honfleur mi ha piacevolmente colpito durante il nostro viaggio in Normandia e in particolare la zona del Vieux Bassin dove sono ormeggiate le barche e dove le case colorate si riflettono nello specchio d’acqua del vecchio porto. Non fermatevi, però, alla zona portuale: anche le vie del centro storico di Honfleur sono piene di scorci da fotografare. A impressionarmi è stata la chiesa di Sainte Catherine, completamente in legno, il cui tetto ricorda la chiglia rovesciata di una nave.

6. Caen

Caen è una città ricca di storia sia antica sia recente. A Caen, infatti, si può andare per molteplici motivi: per ammirare il castello e le due abbazie (l’Abbazia degli Uomini e l’Abbazia delle Donne) fatte costruire da Guglielmo il Conquistatore, per conoscerne la storia legata alla battaglia di Caen durante la seconda guerra mondiale e visitare il Memoriale di Caen, oppure per immergersi nella bella atmosfera del quartiere di “Vaugueux”, dove pullulano ristoranti di cucina tradizionale. Molto piacevole anche un giro al Castello che fu danneggiato dai bombardamenti del 1944 e restaurato dopo la guerra e che oggi ospita il Museo di Belle Arti di Caen e il Museo di Normandia, oltre a offrire dalle sue mura una bella vista sulla città.

7. I luoghi dello sbarco

Vengono chiamati per praticità i luoghi dello sbarco, ma dietro alle varie località che sorgono lungo la costa normanna si nascondono storie di uomini che hanno fatto la Storia con la s maiuscola. Lo sbarco del 6 giugno 1944 sulle spiagge della Normandia è stata una delle più grandi operazioni militare di tutti i tempi. Qui le truppe alleate sbarcarono sulle spiagge della Normandia per liberare l’Europa dall’occupazione nazista e ancora oggi milioni di persone vengono a visitare questi luoghi carichi di emozioni. Vi consiglio di scegliere in anticipo in quali cittadine fermarvi in base ai musei che vi interessano maggiormente. Nelle varie spiagge e paesi adiacenti si possono esplorare vecchi bunker dell’esercito, vedere carri armati e cimeli sulle cinque spiagge più famose: Utah, Omaha, Gold, Juno e Sword. Non perdetevi il grande prato verde con milioni di croci bianche allineate del cimitero militare americano a Colleville-sur-Mer: un’immagine toccante che non dimenticherete mai.

8. Bayeux

Il mio ultimo suggerimento per un viaggio in Normandia riguarda Bayeux, la città medievale che ospita una delle più interessanti opere d’arte della storia: il famoso Arazzo di Bayeux. L’Arazzo di Bayeux è un immenso telo ricamato e uno dei più preziosi manufatti del Medioevo arrivati intatti ai giorni nostri. Questo capolavoro di maestria artigiana racconta in immagini la storia della battaglia di Hastings del 1066, evento decisivo nella conquista normanna dell’Inghilterra che ebbe come protagonisti Guglielmo I duca di Normandia e Aroldo II d’Inghilterra. E dopo una visita al museo dell’arazzo vale la pena dedicare del tempo alla visita di Bayeux, che conserva intatto un patrimonio architettonico d’eccellenza. Da non perdere la cattedrale Notre-Dame inaugurata nel 1077 da Guglielmo il Conquistatore e il centro storico che ha conservato la struttura dell’epoca medioevale.

Biglietti per le attrazioni della Normandia

Infine vi lascio un link diretto a vari biglietti scontati e saltafila per le attrazioni della Normandia. Si tratta di varie proposte di Civitatis, affidabile tour operator online a cui sono affiliata:

Ecco il link:

Biglietti, escursioni e visite guidate in Normandia

 

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply Paola 12 Aprile, 2022 at 8:45 am

    Ciao Serena!!! Sono venuta a leggere tutte le info qui da te perchè sto programmando un viaggetto per l’estate!

    • Reply Serena 12 Aprile, 2022 at 9:53 am

      Che bello Paola!
      A noi è piaciuto molto questo viaggio, se hai bisogno di informazioni specifiche scrivimi!

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.